A Chicago per un importante riconoscimento dalla RSNA 2018 -Radiological Society of North America

A Chicago per un importante riconoscimento dalla RSNA 2018 -Radiological Society of North America

29 novembre 2018

All’importante meeting medico-scientifico internazionale che si è tenuto dal 25 al 30 novembre nella capitale dell’Illinois il mio studio è stato inserito nella lista delle scoperte più interessanti a livello mondiale.

Lo studio clinico di fase III ha visto pazienti affetti da ernia del disco lombare con dolore lombare e sciatica essere sottoposti ad unica seduta (10 minuti) di radiofrequenza pulsata. Il gruppo di controllo è stato trattato con 1-3 sessioni di iniezioni locali di corticosteroidei. In entrambi i casi si tratta di un approccio percutaneo, quindi non chirurgico, svolto sotto la guida in tempo reale delle immagini TC per una migliore precisione e sicurezza della terapia. Lo studio si è svolto nell’arco di 1 anno e mezzo per avere un follow-up minimo di un anno.

Su 260 pazienti arruolati sono stati 128 ad essere trattati con radiofrequenza pulsata e 120 con un trattamento di strategia di sola iniezione. I punteggi medi sono diminuiti linearmente in entrambi i gruppi; i pazienti che hanno ricevuto radiofrequenza pulsata hanno ottenuto un miglioramento generale più significativo soprattutto per il dolore e la disabilità durante il primo anno. Il sollievo dal dolore alle gambe (sciatalgia) è stato più rapido per i pazienti assegnati a radiofrequenza pulsata; questi pazienti hanno anche riportato un più rapido tasso di recupero percepito (rapporto Hazard, 1,97, intervallo di confidenza del 95%, 1,72-2,22, P <0,001). La probabilità di recupero funzionale percepito dopo un anno di follow-up è stata del 95% nel gruppo radiofrequenza e del 61% nel gruppo con solo iniezione. Le evidenze a un anno hanno dimostrato che la strategia terapeutica con radiofrequenza pulsata guidata dalle immagini TC è superiore a quella solo infiltrazione. La radiofrequenza pulsata è una scelta di trattamento percutaneo efficace e ripetibile per pazienti con lombalgia e dolore neuro-radicolare (sciatica) acuto o sub-acuto. I risultati di questo studio sono superiori a quelli riportati dalla letteratura per le strategie di cura conservativa (terapia medica, fisioterapia) e le iniezioni abituali e possono evitare interventi chirurgici per un numero considerevole di pazienti con compressione del nervo sciatico da ernia del disco.